L.R. n. 18/2016 -Reddito di Inclusione Sociale “REIS” PARTE SECONDA Misure per interventi di contrasto alla pandemia Covid-19 Anno 2021

Si rende noto che sono aperti i termini per la presentazione delle istanze relative al REIS "Reddito di inclusione sociale” Parte Seconda- Misure per interventi di contrasto alla pandemia Covid-19, anno 2022. SCADENZA PRESENTAZIONE ISTANZE 7 SETTEMBRE 2022

Data di pubblicazione:
03 Agosto 2022
L.R. n. 18/2016 -Reddito di Inclusione Sociale “REIS” PARTE SECONDA  Misure per interventi di contrasto alla pandemia Covid-19  Anno 2021

AVVISO PUBBLICO

 

L.R. n. 18/2016 -Reddito di Inclusione Sociale “REIS”

PARTE SECONDA

 Misure per interventi di contrasto alla pandemia Covid-19

 Anno 2021

 

SCADENZA PRESENTAZIONE ISTANZE 7 SETTEMBRE 2022

 

LA RESPONSABILE DEL SERVIZIO

 

Vista la Delibera di Giunta Regionale n°34/25 del 11.08.2021, con cui sono state approvate in via definitiva le “Linee guida per il triennio 2021-2023 - Concernenti le modalità di attuazione del "Reddito di inclusione sociale” di cui alla L.R. n. 18/2016 e Misure per interventi di contrasto alla pandemia Covid-19,

 

Vista la Determinazione del responsabile del servizio  n. 310 del  03.08. 2022 con la quale è stato approvato l'avviso pubblico per la presentazione delle domande di ammissione al programma regionale denominato R.E.I.S “Reddito d’inclusione sociale” -Parte seconda - Misure per interventi di contrasto alla pandemia Covid-19, ai sensi della Legge Regionale n. 18 del 2 agosto 2016,

 

RENDE NOTO

 

Che sono aperti i termini per la presentazione delle istanze relative al REIS "Reddito di inclusione sociale” Parte Seconda- Misure per interventi di contrasto alla pandemia Covid-19, anno 2022.

Tali interventi si rivolgono prioritariamente a favore dei nuclei familiari in possesso di un ISEE non superiore a euro 15.000,00, che non hanno i requisiti per accedere al REIS e al Rdc (o ad altre forme di aiuto) e che si trovano, a causa delle conseguenze economico sociali della pandemia Covid-19, in una situazione di disagio socioeconomico, comprese le famiglie che si rivolgono per la prima volta ai servizi sociali. Sono destinatari degli interventi economici le persone e le famiglie residenti e domiciliate nel Comune di Tissi.

 

In deroga ai requisiti di accesso di cui al presente bando, l’ammissione alle presenti risorse può essere concessa anche a favore dei nuclei familiari che beneficiano del Rdc, con importi fino ai 100 euro mensili, fino al raggiungimento degli importi mensili che spetterebbero per il REIS, in relazione alla priorità corrispondente alla fascia ISEE di appartenenza.

 Soltanto nei confronti dei nuclei familiari percettori del Rdc con minori, la soglia per accedere al REIS parte seconda è incrementata di euro 100 per ogni figlio minore. Per i nuclei composti da 4 o più minori il limite d’accesso è determinato in euro 455, corrispondente al beneficio massimo previsto per i beneficiari REIS.

 

La valutazione dello stato di bisogno da parte del Servizio Sociale Professionale, nel pieno rispetto della propria autonomia tecnico-professionale, avverrà sia tenendo conto della condizione socioeconomica di base (definita dall’ISEE secondo i criteri sopra riportati), sia attraverso la valutazione di fattori aggravanti la condizione di bisogno che tengano conto, a titolo esemplificativo:

  • della perdita del lavoro e/o riduzione consistente del proprio reddito familiare a causa delle conseguenze economico sociali della pandemia Covid-19;
  • della situazione sanitaria precaria in assenza o attesa dei relativi benefici economici con particolare attenzione ai pazienti colpiti dal Covid-19 dimessi dall’ospedale che hanno perso la propria autosufficienza e necessitano di assistenza domiciliare, le persone ricoverate e/o dimesse dall’ospedale che devono prendersi cura di un congiunto non autosufficiente o, nel caso di disabili, i minorenni/maggiorenni non capaci di provvedere a loro stessi e assistiti da parenti, per malattia o decesso dei genitori;
  • della modifica nelle proprie abitudini di vita a causa delle conseguenze economico sociali della pandemia Covid-19 (acquisti, accesso alle opportunità culturali, scolastiche, relazioni sociali, attività formative, accesso ai servizi non essenziali, ecc);
  • della situazione abitativa incerta (rischio di sfratto, coabitazione, usufrutto temporaneo, difficoltà a sostenere le spese del canone di locazione o del mutuo, difficoltà a sostenere il pagamento delle utenze domestiche, ecc.);
  • di situazioni di emarginazione sociale, o condizione di rischio sociale correlata a dipendenze, problematiche giudiziarie, ecc.;
  • della presenza di minori e/o anziani non autosufficienti;
  • dell’assenza di relazioni parentali considerabili “risorse” (familiari civilmente obbligati ex art. 433 c.c.);
  • e comunque di ogni altro elemento di disagio aggravante la situazione di bisogno, valutato nel pieno rispetto della propria autonomia tecnico-professionale.

Fermo restando il possesso di un ISEE non superiore a euro 15.000,00 il Servizio Sociale Professionale potrà valutare l’ammissione alla presente misura di adulti, esclusi dal mercato del lavoro da più di 24 mesi, che convivono con genitori pensionati. Per tali situazioni sarà vincolante la partecipazione ad un progetto di attivazione sociale privilegiando percorsi di inclusione lavorativa.

L’istanza, opportunamente compilata sui moduli disponibili presso l’ufficio servizi sociali o sul sito istituzionale ww.comune.tissi.ss.it, dovrà pervenire al Comune di TISSI entro e non oltre il giorno 07 settembre 2022 secondo una delle seguenti modalità:

  • direttamente consegnata a mano presso Ufficio Protocollo del Comune, sito in Via Dante n.5, 07040 a Tissi dalle ore 8.30 alle ore 12.00
  • via Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo: protocollo@pec.comune.tissi.ss.it

 

TISSI, 03/08/2022

Ultimo aggiornamento

Mercoledi 03 Agosto 2022